Il documentario su Bruce Springsteen “Springsteen & I”, proiettato il 22 Luglio 2013 in 230 sale in Italia (record europeo per l’evento, secondo al mondo dietro gli Stati Uniti), ha staccato 25mila biglietti. Ci sarebbe tanto da scrivere riguardo il carisma e la capacità di credere in sé stesso dell’inossidabile Springsteen. A noi, oggi, interessa invece la sua capacità di focalizzazione.

L’ultima scena del film è girato nell’atrio dei camerini, dopo il concerto tenutosi nel 2012 a Londra. Bruce è insieme ad alcune persone che hanno partecipato da protagonisti al film, realizzato con la composizione delle testimonianze di fans, oltre che a spezzoni di concerti magnifici ripresi dagli esordi sino ai giorni nostri. La sensazione è di stare “nascosti nel taschino” ad un incontro di vecchi amici.

Springsteen, rock star capace di sfuggire alla vita da jet-set, alla droga e all’alcol, ha scelto di giocare la partita della vita con presenza. Ha capito che lui che scrive, canta e suona, è parte della colonna sonora della vita di centinaia di migliaia di persone sparse nei 4 angoli del mondo. E di questo se ne fa carico, assumendone i vantaggi ed i costi.
In quella scena del film gli viene chiesto come faccia ad essere così carico di energia per tutto il tempo del concerto, anche ora che giovane non è più. Lui risponde parlando di un impegno verso chi lo viene a vedere, sostenendo costi e tempo. E, volendo dare il massimo, si focalizza sul risultato.
Lui, dice, ha fatto un concerto prima e farà un concerto dopo. Ma chi viene a vederlo è presente solo ad un concerto. Per lo spettatore l’unica possibilità di vederlo al massimo è durante il concerto del quale lui sarà spettatore. E, quindi, non c’è “un’altra volta farò meglio”. Ogni concerto è come se fosse il primo e l’ultimo.

Se sei consapevole che ogni giorno va vissuto come se fosse il primo e come se fosse l’ultimo, allora sarà facile che sentirai il desiderio di vivere solo le cose importanti per te e per chi ami. E per far questo devi focalizzarti sugli obiettivi e sui tempi. E sui modi.

La Vita, quella vissuta, è fatta di migliaia di momenti che, con impegno e passione, possono essere perfetti. Gli ingredienti sono: obiettivi chiari, passione e determinazione. Non uno di questi: tutti e tre.

  • Con la chiarezza degli obiettivi sai da che parte andare
  • Con la determinazione non molli quando sei affaticato
  • La passione serve proprio sia a non mollare quando la determinazione da sola non basta, sia – oltre a far bene – a divertirti

RICORDANDO DI METTERE SEMPRE, TRA GLI OBIETTIVI FONDAMENTALI,
LA FELICITA’ E L’AMORE.
COME DA SEMPRE FA BRUCE